Descrizione Progetto

Gli infortunati” di 4F non sono stati poi così sfortunati

Il 4 febbraio ho preso parte alla finale della gara di dibattito dove la mia classe, la 4F, si è giocata la vittoria del torneo d’istituto contro la 4H. La domanda intorno a cui ruotava il dibattito era: “I sistemi scolastici e di istruzione forniscono agli studenti strumenti sufficienti per acquisire consapevolezza e stimolare la loro attivazione sul cambiamento climatico”. La mia squadra “Gli infortunati” di 4F, e loro, ovvero “Le torpedini” di 4H, avevamo avuto due settimane per preparare le nostre tesi e il giorno della gara noi oratori, assistiti dagli uditori, ci sono affrontati in aula magna di fronte ai compagni e alcuni professori. La sfida è stata equilibrata ed entrambe le squadre hanno dimostrato sportività e un’approfondita preparazione, ma al termine, anche se di misura, con il punteggio di 2 a 1, i giudici ci hanno decretato vincitori.

Alla proclamazione della vittoria, per noi piuttosto inaspettata, abbiamo esultato e ci siamo complimentati con la squadra avversaria. Durante le due settimane precedenti alla gara l’intera classe si era impegnata nella ricerca di dati e nella preparazione della tesi e, anche durante la mattinata di venerdì, noi oratrici abbiamo provato il discorso di fronte alle compagne, che sono state di grande supporto. Eravamo fiduciose nelle nostre capacità e confidavamo nella nostra preparazione, ma una volta in gioco una leggera ansia ci ha un po’ penalizzato e forse ci ha impedito di esprimerci nel migliore dei modi.

Passata l’agitazione è inutile nascondere che siamo tutte soddisfatte e felici della prestazione e del successo. Dobbiamo ringraziare i proff., che, più certi di noi delle nostre capacità ci hanno incoraggiato: ora viene da sorridere ricordando i loro discorsi di settembre. All’inizio non eravamo molto felici di partecipare alla gara, ci sembrava difficile e avevamo qualche timore, ma farlo si è rivelato quasi divertente e siamo contente di aver potuto fare quest’esperienza, approfondendo argomenti attuali e complessi: alla fine siamo sicuramente più informate sul cambiamento climatico e su alcuni aspetti le nostre conoscenze sono decisamente più dettagliate di qualche mese fa. Inoltre, abbiamo capito di avere le abilità necessarie per affrontare un dibattito formale, di fronte ad un pubblico, controllando (o quasi) la nostra tipica ansia.

Al termine della gara è intervenuta anche Clara Pogliani, che lavora per la Fondazione Pistoletto ed è stata giudice della gara, la quale ha dato alcuni utili consigli alla scuola perché possa essere più green. Tra questi, alcune idee sono state il passaggio all’auto-produzione di energia rinnovabile, la creazione di un orto coltivato dagli studenti o una più piena partecipazione a manifestazioni come Fridays for Future.

Ci teniamo a fare i nostri complimenti alle ragazze e al ragazzo della 4H e ci auguriamo che le nuove proposte vengano presto accolte dalla scuola.

Francesca D.M.