Descrizione Progetto

A scuola una mostra contro gli stereotipi

Da lunedì 15 a venerdì 19 novembre è possibile visitare un’installazione artistica nell’aula 128 del liceo del Cossatese Valle Strona volta combattere lo stereotipo di genere secondo cui nella maggior parte dei casi, gli stupri avvenuti, sono avvenuti a causa della donna e dell’abbigliamento di quest’ultima.

La mostra è stata allestita dagli alunni di 4H con la professoressa Sonia Benna e ispirandosi a storie vere riproduce i vestiti che indossavano le donne nel momento in cui hanno subito l’agressione. È aperta a tutti gli studenti, i genitori degli studenti e al personale scolastico e le storie raccontate per ogni capo sono tradotte in varie lingue come Inglese, Arabo, Francese o persino in Braille.

La particolarità di questa mostra è che non è stata pensata dagli studenti del liceo nel territorio del Biellese, ma è una mostra ambulante facente parte delle iniziative della campagna #IoLoChiedo (“il sesso senza consenso è stupro”) promossa da Amesty Italia e che in questo periodo abbiamo l’opportunità di ospitare nella nostra scuola.

Non dimentichiamo, in oltre, che la giornata del 25 Novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e che proprio per questo il messaggio che si vuole trasmettere con questa installazione è più importante che mai, un grande passo verso la comprensione che la causa di uno stupro, non è mai l’abbigliamento della donna e che questo non è in nessun modo un elemento che legittima una violenza sessuale.

Se volete saperne di più sulla mostra o su altri progetti del liceo delle scienze umane seguiteci sulla pagina instagram: progetti_lcv

K. Bassma