Descrizione Progetto

Dall’11 giugno al 25 giugno un gruppo di studenti, accompagnato da due docenti ha percorso 350 km a piedi 13 giorni sul Cammino Santiago lungo il percorso più frequentato, quello del “Cammino Francese”, da Astorga, cittadina della Castiglia, passando per Santiago de Compostela, e arrivando a Fisterre.

Per gli studenti la prova, già impegnativa, è stata quest’anno resa più ardua da una serie di problemi, dal tempo, prima caldissimo, poi freddo e piovoso, ai tanti acciacchi fisici più o meno seri.

Così a volte anche chi era fisicamente preparato ha avuto difficoltà perchè le tappe giornaliere, di lunghezza variabile tra i 22 e i 35 Km (cioè 6 – 8 ore di cammino), percorse con uno zaino che pesa tra i 6 e i 9 Kg, sulla distanza si fanno sentire.

Anche l’alloggio era essenziale, in camerata, in Ostelli in cui spesso ci si fa da mangiare e la notte è frequente riposare con il sottofondo di “qualcuno” che russa.

Così dei nove che sono arrivati a Santiago e Finisterre, solo due studenti, più uno degli insegnanti, non hanno avuto bisogno mai di aiuto o non hanno dovuto saltare qualche pezzo del percorso per riprendersi da un momento di febbre, un acciacco o una crisi di stanchezza.

Perché affrontare una prova così impegnativa? Ne vale la pena?

Credo che la risposta la debba dare ciascuno, ma spero sia positiva.